Il Liceo Matematico

Il progetto didattico Liceo Matematico è stato promosso dall’Università di Salerno; si è quindi diffuso prima nel Lazio e in Piemonte e poi in tutta Italia. Il progetto coinvolge ormai circa 100 scuole superiori.

Nel Liceo Matematico sono previste ore aggiuntive rispetto a quelle curricolari (almeno un’ora in più alla settimana). Nelle ore aggiuntive sono approfonditi contenuti di matematica e, soprattutto, sono proposte attività interdisciplinari che coinvolgono la fisica, le scienze naturali, l’arte, la letteratura, ecc.

Le attività aggiuntive, sempre di carattere laboratoriale, sono finalizzate ad ampliare la formazione culturale degli studenti e a svilupparne le capacità critiche e l’attitudine alla ricerca.

Il Liceo Matematico, infine, si caratterizza per una forte collaborazione tra scuola e università.

Le idee alla base del progetto

Il progetto del Liceo Matematico risponde a un’esigenza importante in una società moderna, e cioè progettare una scuola secondaria di secondo grado per una formazione scientifica qualificata.  Il progetto si sta diffondendo in tutt’Italia (nel 2017-18 sono circa 100 le scuole con una sezione di “liceo matematico”) e riscuote grande interesse da parte di docenti, studenti e famiglie; siamo convinti che il progetto possa diffondersi molto di più. Sottolineiamo che l’iniziativa si sta sviluppando con un forte coinvolgimento delle Università: la sperimentazione didattica è stata progettata con una sistematica collaborazione di docenti della Scuola e dell’Università, provenienti da diversi Atenei e da diversi Dipartimenti.

L’idea generale della nuova struttura è di dare più spazio alla matematica e alle scienze, non per introdurre un numero maggiore di nozioni, ma per riflettere su fondamenti e idee, allargare gli orizzonti culturali, approfondire, capire meglio, e in modo particolare sottolineare collegamenti con altre discipline, anche umanistiche. Si evidenzia dunque un approccio fortemente interdisciplinare dell’iniziativa. In quest’ordine di idee il progetto non è riservato ai soli Licei scientifici, ma a tutti i Licei che intendano proporre ai loro studenti una sfida culturale diversificata e ampliata; le attività saranno poi adeguate ai vari indirizzi.

Sottolineiamo l’importanza culturale e sociale a tutto tondo dell’iniziativa, e la sua ricaduta a medio e lungo termine anche sul piano produttivo e occupazionale, in una società che richiede una sempre maggiore capacità di analisi scientifica dei dati e di approccio a situazioni complesse. La matematica è infatti sempre più presente nella nostra vita quotidiana con le sue molteplici applicazioni, oltre ad avere un impatto culturale determinante sullo sviluppo della nostra civiltà.

Il progetto del Liceo Matematico rappresenta un’occasione per riflettere e confrontarsi proficuamente sui contenuti e sulle metodologie di insegnamento nelle classi Liceali. In quest’ottica il progetto può avere una ricaduta significativa sul processo di revisione delle Indicazioni Nazionali. Per quanto riguarda la metodologia, nel progetto si ricorre sistematicamente a pratiche di tipo laboratoriale, tenendo anche presenti le esperienze maturate nel Piano Lauree Scientifiche.

Riteniamo che sia giusto cominciare a pensare ad opportuni adeguamenti ordinamentali, che permettano di riconoscere il progetto nell’ambito della normativa e di superare alcune criticità messe in evidenza in questi anni di sperimentazione. Non è compito nostro suggerire come realizzare un riconoscimento formale; ricordiamo l’esperienza del Piano Nazionale Informatica che in passato era ufficialmente riconosciuto dal Ministero nell’ambito della normativa allora vigente, auspicando che anche oggi si possa trovare una strada adeguata. Le attività dei Licei Matematici, nella maggioranza delle esperienze, sono state rese possibili grazie alla presenza di un organico potenziato con docenti di Matematica o Fisica, che ci auguriamo venga mantenuto e ampliato, per favorire la continuazione di questa esperienza.

Principi comuni

Il Liceo Matematico non prevede l’adesione a uno schema rigido di attività, ma vi è comunque la condivisione di alcuni principi che vengono declinati in maniera flessibile nelle diverse realtà locali. Principi comuni a tutti i licei matematici sono i seguenti.

●      Le attività si svolgono in ore aggiuntive rispetto a quelle curricolari (almeno 33 ore di potenziamento ogni anno). Queste attività sono dedicate ad approfondire e a consolidare i contenuti dei programmi di matematica e a sperimentare attività interdisciplinari in cui la matematica è intesa come collante culturale tra le diverse discipline. Le ore di potenziamento hanno carattere laboratoriale e prevedono l’uso sistematico di metodologie e tecnologie didattiche, anche di carattere fortemente innovativo.   

●      Il Liceo Matematico si caratterizza per una forte collaborazione tra docenti universitari e docenti di scuola, in ambo i casi non solo di matematica. La collaborazione si esplica attraverso l’organizzazione di incontri periodici mirati a progettare e discutere percorsi laboratoriali da sperimentare e realizzare nelle classi.

I Licei Matematici condividono alcuni principi fondamentali ma sono flessibili nell’organizzazione e nella scelta dei contenuti. Le diverse esperienze costruiscono un prezioso patrimonio comune che si confronta in occasione del previsto Seminario Nazionale, che ogni anno ha dato e darà spazio alla discussione critica delle esperienze fatte, delle metodologie didattiche utilizzate e dei contenuti disciplinari affrontati.

La responsabilità scientifica dei diversi progetti locali è del Dipartimento di Matematica dell’Ateneo di riferimento. In particolare i Dipartimenti si impegnano ad assicurare la competenza specifica dei docenti coinvolti rispetto ai contenuti e le metodologie didattiche previste negli interventi formativi del Progetto, anche eventualmente prevedendo specifici momenti di formazione.

Liceo Matematico in numeri (dati in fase di aggiornamento)

Licei
100
Classi
200
Alunni
4000
Docenti
300

Il team (in fase di aggiornamento)

Ultime notizie

Programma del Terzo Seminario Nazionale sui Licei Matematici

(Clicca qui per scaricare la versione in pdf aggiornata alla data del 17 settembre). I riassunti dei laboratori proposti, invece,  si trovano qui. E’ possibile inoltre scaricare ai seguenti link: Brochure del convegno Depliant aggiornato dei laboratori  Indicazioni logistiche e dei mezzi di trasporto per raggiungere Fisciano (7fe, 17fe, 27fe) 18 settembre ore 14 ​iscrizioni ore […]

Convegno dei Licei Matematici del Lazio

Venerdì 12 aprile 2019, dalle 9.30 alle 18, nell’Aula Magna di Sapienza, si è svolto il primo convegno dei Licei Matematici del Lazio, organizzato da Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio; Dipartimenti di Matematica, Fisica, Scienze Statistiche di Sapienza Università di Roma; Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Dipartimento di Matematica e […]

Comunicare la matematica 2

Si segnala che è in fase di organizzazione la seconda edizione del convegno nazionale “Comunicare la Matematica” che si svolgerà  a Camerino dal 9 all’11 ottobre 2019. Tutte le informazioni sul convegno sono disponibili al seguente link: http://convegni.unicam.it/comunicamat/ Per quest’anno si prevedono tra i relatori: – Silvia Benvenuti; – Renato Betti; – Cinzia Cerroni; – […]

Guarda tutte le notizie

Poli dei Licei Matematici in Italia

  • Camerino
  • Catania
  • Cosenza
  • Palermo
  • Parma
  • Pisa
  • Roma
  • Salerno
  • Siena
  • Torino
  • Udine

Contattaci