Torino

Liceo Potenziato in Matematica
TORINO (Dipartimento di Matematica “G. Peano”)

Referente e responsabile scientifico del Polo di Torino:
Prof.ssa Ornella Robutti

I componenti del TEAM del Polo di Torino

Vi presentiamo i componenti del Team del Polo di Torino: passando col mouse sopra a ciascuna foto è possibile leggere una breve biografia di ognuno.


Presentazione attività del Polo di Torino

Il Polo di Torino introduce il Liceo Matematico nell’anno scolastico 2016/17, implementando un modello formativo per insegnanti e studenti della scuola secondaria di II grado mirato al potenziamento delle competenze matematiche e al rinnovamento delle pratiche e delle metodologie didattiche attraverso l’utilizzo dell’approccio laboratoriale.

Nell’anno scolastico 2017-18 il progetto si estende alla scuola secondaria di I grado e nel 2020-21 alla scuola primaria grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione, realizzando una sinergia curriculare verticale che ingloba tutti i gradi scolari.

La sede istituzionale del Polo di Torino è il Dipartimento di Matematica “Giuseppe Peano” dell’Università degli Studi di Torino e la responsabile scientifica del progetto è la prof.ssa Ornella Robutti.

Il Dipartimento di Matematica, attraverso specifici protocolli d’intesa, lavora in stretta collaborazione con: l’USR Piemonte, gli Istituti di Scuola Secondaria di I e II grado coordinati in una rete di scuole sul territorio dall’IIS Amaldi-Sraffa di Orbassano, il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione e gli Istituti di Scuola Primaria.

Nella declinazione del Polo di Torino, ampliata a più gradi scolastici, il progetto Liceo Matematico diventa SSPM: Scuole Secondarie e Scuole Primarie Potenziate in Matematica.

Gli obiettivi principali del progetto sono:

  1. Sviluppare un percorso basato su attività con metodologia laboratoriale che potenzino le competenze matematiche;
  2. Diffondere la cultura matematica mediante attività di risoluzione di problemi e approccio alla problematizzazione;
  3. Favorire l’interdisciplinarità tramite attività che stimolino le relazioni tra la matematica e le altre discipline;
  4. Accrescere l’interesse e la motivazione verso carriere universitarie a indirizzo tecnico e scientifico e la cultura scientifica in generale.

Il progetto SSPM si sviluppa in continuità con altre sperimentazioni di Liceo Matematico attivate in varie università italiane (come Salerno, Roma) ed è inserito nel coordinamento nazionale del progetto Licei Matematici. I suoi membri sono parte del Gruppo UMI dei Licei Matematici. Esso si colloca come iniziativa di formazione insegnanti e sperimentazione nelle classi nell’ambito del Piano Nazionale Lauree Scientifiche, in linea con il contesto istituzionale nazionale (Indicazioni Nazionali per il curricolo, MIUR 2010).

Il progetto SSPM è stato selezionato dall’Università di Torino come progetto esemplare di Formazione Permanente e Didattica Aperta e inserito nel Forum della ricerca di Ateneo FRiDA

Il progetto SSPM prevede ore curricolari supplementari (almeno 33 ore per anno scolastico, ricavate nell’ambito dell’autonomia scolastica o inserite come ampliamento dell’offerta formativa) dedicate all’approfondimento di argomenti matematici con metodologia laboratoriale e approccio interdisciplinare.
Le ore curriculari supplementari sono gestite dagli insegnanti delle singole scuole e sviluppate secondo la curvatura di ciascun indirizzo a partire da attività specificamente progettate dai ricercatori in didattica della matematica del Polo di Torino, proposte agli insegnanti in incontri mensili di formazione.

La formazione in servizio degli insegnanti delle scuole aderenti è un aspetto fondamentale del progetto SSPM. Il team del Polo di Torino incontra gli insegnanti con cadenza mensile da settembre a maggio in 10 incontri formativi di 2 ore in presenza e/o a distanza. Negli incontri gli insegnanti risolvono e discutono attività specificatamente progettate dai ricercatori in didattica della matematica e basate sui risultati più attuali della ricerca (contenuti, teorie, metodologie, e uso di tecnologie), che successivamente propongono agli studenti e alle studentesse aderenti nelle ore curricolari supplementari dedicate al progetto.

Gli insegnanti formati si impegnano a sperimentare in classe il percorso potenziato in matematica in accordo con la loro scuola e il Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino. L’istituzione del percorso è ufficializzata tramite la firma di un protocollo d’intesa tra la scuola aderente e il Dipartimento di Matematica.

Panoramica dei moduli formativi SSPM

Cliccare sull’immagine in corrispondenza al grado scolastico per leggere una breve descrizione della organizzazione dei moduli formativi proposti.

Attività proposte negli incontri formativi

Cliccare sull’immagine in corrispondenza al grado scolastico per visualizzare gli elenchi delle attività proposte in questi anni.

Il dettaglio dei materiali proposti dai ricercatori è visibile nella piattaforma Moodle DI.FI.MA. in rete a cui è possibile accedere previa creazione gratuita di un account:

Le scuole aderenti al progetto SSPM: la mappa
Nella mappa qui sotto sono localizzate le scuole secondarie di I e II grado coinvolte nel progetto del Polo di Torino.

Le scuole aderenti al progetto SSPM: lo sviluppo del progetto

Nel grafico qui sotto sono rappresentati i numeri delle scuole secondarie e primarie aderenti al progetto, dall’anno accademico 2016/17 ad oggi.

Le scuole aderenti al progetto SSPM: le testimonianze dei protagonisti


Il progetto SSPM Potenziamento della matematica nelle scuole: dalla ricerca alla pratica

Contatti:
Indirizzo mail del Team: [email protected]

Piattaforma DI.FI.MA.in rete: https://difima.i-learn.unito.it/

Account Facebook DI.FI.MA.: https://www.facebook.com/difima.unito/